Domande frequenti

Cosa vuol dire posta "certificata" ?

Certificata vuol dire che il mittente che invia una e-mail ad un destinatario che a sua volta ha una casella PEC, riceve una serie di notifiche che ne attestano la corretta avvenuta consegna. Tale sistema di certificazione della data e dell'ora di invio e consegna, e dell'integrità del contenuto della e-mail consegnato al destinatario, attribuisce alla PEC valore legale.

Posso utilizzare la PEC per inviare email a caselle di posta normali ?

Si, una casella di Posta Elettronica Certificata può essere utilizzata per inviare messaggi di posta elettronica indirizzate a caselle non certificate (normali). In questo caso, nel rispetto del protocollo d'uso della PEC, il messaggio indirizzato ad una casella normale non è direttamente leggibile nel corpo della email, ma viene presentato come un allegato con estensione .EML, il quale è apribile come qualsiasi altro allegato.
Tuttavia il messaggio non sarà certificato e il mittente non riceverà la notifica di avvenuta consegna con la conseguente perdita del valore legale.

Una email inviata da una casella "normale" ad una PEC è certificata ?

No. Le caselle PEC, per impostazione standard, non possono ricevere messaggi di posta normale.
Questa caratteristica è dovuta alla necessità di evitare che su di esse possano transitare messaggi di SPAM (email pubblicitarie indesiderate).
Una e-mail proveniente da una casella non certificata (non PEC e quindi il cui titolare non è certificato) non verrà accettata dal gestore della casella PEC del destinatario e verrà rigettata.
Tuttavia, il servizio onePEC.it permette di modificare questa impostazione. Effettuando l'accesso all'area di gestione (all'indirizzo https://gestionemail.pec.it) è possibile scegliere se ricevere o rifiutare la posta non certificata indirizzata alla propria PEC.
Attenzione, le email inviate da una casella normale a una PEC non sono messaggi di posta certificati.

Chi è obbligato a richiedere una Casella PEC ?

In base alla normativa vigente, sono obbligati a detenere una Casella PEC tutti i soggetti giuridici, quindi le Società di capitale, le Società di persone, le società in forma di cooperativa. Sono inoltre obbligati tutti i soggetti che svolgono attività in forma di Liberi Professionisti o Ditte Individuali.
Sono esclusi dall'obbligo i privati cittadini che non svolgono attività di impresa e non detengono una Partita IVA.
L'attivazione di una Casella PEC non basta ad assolvere all'obbligo, ma essa va comunicata alla CCIAA mediante una Comunicazione Unica d'Impresa oppure mediante il servizio https://pec-registroimprese.infocamere.it nel caso si possieda un dispositivo di firma digitale.

Rischio di ricevere SPAM o Virus sulla mia casella PEC ?

No. Le caselle PEC sono protette da sistemi Antivirus e Antispamming. Inoltre non è possibile inviare e-mail da mittenti sconosciuti (non certificati) a caselle PEC, poiché vengono rifiutati dal Gestore destinatario. Questo annulla completamente il problema della posta elettronica spazzatura.
Attenzione. Se viene disattivato il blocco delle email non certificate, decade anche la protezione contro i messaggi di SPAM.

Come posso consultare la mia casella onepec.it on line ?

La casella PEC è consultabile on line attraverso la WebMail raggiungibile all'indirizzo https://webmail.pec.it

Quali sono i parametri di configurazione della mia PEC ?

POP3 (posta in arrivo) : pop3s.pec.aruba.it (protocollo SSL porta 995)
SMTP (posta in uscita) : smtps.pec.aruba.it (protocollo SSL porta 465)
Il server di posta in uscita richiede l'autenticazione con gli stessi parametri utilizzati per scaricare la posta (email PEC completa e password ricevuti in fase di registrazione).
E’ inoltre possibile utilizzare il protocollo IMAP per configurare e utilizzare le caselle contemporaneamente da più postazioni.
Il parametro da utilizzare in questo caso è:
Server imap: imaps.pec.aruba.it (connessione ssl, porta 993)

E' possibile cambiare la password associata alla mia casella ?

Si certo. E' necessario collegarsi alla pagina web https://gestionemail.pec.it
ed effettuare il login digitando il nome completo della casella e la password ricevuta in fase di attivazione.

Per quanto tempo rimane traccia delle e-mail certificate trasmesse ?

30 mesi. La normativa obbliga i Gestori del servizio PEC a conservare le trasmissioni effettuate per un periodo di trenta mesi.

Come posso rinnovare la mia casella @onePEC.it ?

Per rinnovare la casella PEC per un ulteriore anno, 30 giorni prima della sua scadenza annuale verrà inviata una email con tutte le istruzioni necessarie.
In assenza di rinnovo, l'email di preavviso verrà inviata ogni 7 giorni e fino alla data di scadenza, sulla casella di posta elettronica normale indicata in fase di acquisto del servizio.
Per essere certi di ricevere l'email di preavviso scadenza, assicurarsi che la casella di posta elettronica di riferimeno fornita sia ancora attiva, che non sia esaurita la sua capienza e controllarla periodicamente.

Come posso variare i dati del Rappresentante Legale associati alla PEC ?

Se la PEC è stata attivata come Azienda o Ente, in caso di modifica del Rappresentante Legale è necessario scaricare questo modulo (Modifica rappresentante legale), compilarlo ed inviarlo via fax al numero 0974.193.0.193 o via email a questo indirizzo di posta elettronica allegando copia del documento di identità del nuovo rappresentante.

Chi è il gestore autorizzato CNIPA della casella onepec.it ?

Il gestore al quale abbiamo affidato la parte tecnica della gestione del servizio è Aruba PEC S.p.A. con sede in Via Sergio Ramelli, 8 - 52100 Arezzo (AR)
Verifica la disponibilità della casella PEC

@onepec.it

Scegli la tua casella PEC personalizzata e acquistala in tre semplici passaggi!

Caratteristiche

Casella PEC da 1GB di spazio
Traffico illimitato
Controllo antivirus
Filtro antispamming
Fino a 500 destinatari
Utilizzo con i più comuni client di posta (Outlook, Outlook Express, Thundebird, Incredimail, Eudora)
Consultazione posta tramite Web
Utilizzo illimitato della casella PEC
Conformità alla normativa vigente (DPR 11 febbraio 2005 n.68, DM 2 novembre 2005)
Validità legale dei messaggi
Ricevuta di avvenuta consegna
Ricevuta di mancata consegna
Non ripudiabilità del messaggio
Garanzia di identità del mittente