Cos'è la PEC

La Posta Elettronica Certificata è il nuovo sistema attraverso il quale è possibile inviare e-mail con valore legale pari a quello di una raccomandata con ricevuta di ritorno, così come stabilito dal DPR 11 Febbraio 2005 n.68.

Il sistema PEC è molto simile alla posta elettronica tradizionale, alla quale sono state aggiunte caratteristiche tali da fornire agli utenti la certezza, a valore legale, dell’invio e della consegna (o meno) dei messaggi e-mail al destinatario.

La posta elettronica certificata ha lo stesso valore legale della raccomandata A/R con attestazione dell'orario esatto di spedizione ed è garantita la certezza del contenuto: i protocolli di sicurezza utilizzati assicurano che il contenuto del messaggio ed eventuali allegati non vengano alterati.

La Posta Elettronica Certificata, garantisce, in caso di contenzioso, l'opponibilità a terzi del messaggio.

Il termine "certificata" si riferisce al fatto che il gestore del servizio rilascia al mittente una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio ed eventuali allegati. Allo stesso modo, il gestore del destinatario invia al mittente la ricevuta di avvenuta consegna.

I gestori certificano quindi con le proprie "ricevute":
che il messaggio è stato spedito
che il messaggio è stato consegnato
che il messaggio non è stato alterato

In ogni avviso inviato dai gestori è apposto anche un riferimento temporale che certifica data ed ora di ognuna delle operazioni descritte. I gestori inviano ovviamente avvisi anche in caso di errore in una qualsiasi delle fasi del processo (accettazione, invio, consegna) in modo che non ci siano mai dubbi sullo stato della spedizione di un messaggio.
Se il mittente dovesse smarrire le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata dal gestore per 30 mesi, consente la riproduzione, con lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse.

A chi si rivolge

L’offerta della Posta Elettronica Certificata si rivolge a tutti coloro che hanno l'esigenza di inviare e ricevere messaggi o allegati in modo sicuro, con attestazione di invio e consegna, comodamente dal proprio pc senza code o lunghe attese.
Inoltre, paragonando la Posta Elettronica Certificata ai tradizionali strumenti di comunicazione quali fax o Raccomandate è evidente il risparmio che si può ottenere dato che il costo della PEC è fisso e non dipende dalla quantità o dimensione dei messaggi spediti o ricevuti.

Alcuni esempi di utilizzo

Privati che vogliono evitare spese e code per l'invio delle proprie raccomandate.

Aziende che desiderano sostituire la posta cartacea per semplificare i rapporti con clienti e fornitori.

Enti pubblici che devono inviare comunicazioni ufficiali verso altri enti oppure verso i cittadini.

Invio e ricezione di ordini, contratti, fatture

Convocazioni di Consigli, Assemblee, Giunte

Gestione di gare di appalto

Privati ed aziende che devono inviare documenti alla Pubblica Amministrazione (accertamento tributario, etc.)

Approfondimento nomativo

Regolamento PEC - a cura del Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA)

D.P.R. N. 68 del 11/02/2005 - Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. (G.U. 28 aprile 2005, n. 97)

D.L. 02/11/2005 - Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata. (GU n. 266 del 15-11-2005)
Verifica la disponibilità della casella PEC

@onepec.it

Scegli la tua casella PEC personalizzata e acquistala in tre semplici passaggi!

Caratteristiche

Casella PEC da 1GB di spazio
Traffico illimitato
Controllo antivirus
Filtro antispamming
Fino a 500 destinatari
Utilizzo con i più comuni client di posta (Outlook, Outlook Express, Thundebird, Incredimail, Eudora)
Consultazione posta tramite Web
Utilizzo illimitato della casella PEC
Conformità alla normativa vigente (DPR 11 febbraio 2005 n.68, DM 2 novembre 2005)
Validità legale dei messaggi
Ricevuta di avvenuta consegna
Ricevuta di mancata consegna
Non ripudiabilità del messaggio
Garanzia di identità del mittente